Opinioni I robot fanno "scappare" il personale di hotel e ristoranti
Marina Londei
2' 38''
29/05/2024

L'introduzione dei robot nelle strutture ricettive sta mettendo sotto stress il personale e molte figure stanno valutando un cambio di lavoro.

I robot fanno "scappare" il personale di hotel e ristoranti

Il settore dell'ospitalità si sta adeguando a un mondo sempre più tecnologico e connesso scegliendo, tra le altre cose, di usare dei robot per migliorare il livello della propria offerta, risolvere il problema della carenza di personale e al contempo ridurre i costi. 

Finora gli studi hanno cercato di capire il sentimento generale degli utenti delle strutture ricettive di fronte a questo cambiamento, valutando se e quanto si sentono a loro agio a essere assistiti da personale robotico, ma bisogna anche considerare un altro punto di vista: quello del personale umano.

Una ricerca di Chun-Chu (Bamboo) Chen e Ruiying Cai della Washington State University ha analizzato quale potrebbe essere l'impatto di questa transizione sui dipendenti delle strutture ricettive e ha evidenziato che il personale si sente stressato e insicuro e, per questo motivo, sta pensando di lasciare il lavoro.

I ricercatori la chiamano "robot-fobia" ed è per l'appunto la paura di perdere il lavoro a causa dell'introduzione dei robot per alcune mansioni. Questo timore è particolarmente marcato tra coloro che hanno già sperimentato l'affiancamento con la tecnologia ed è condiviso anche da molti manager, oltre che dai lavoratori in prima linea.

"Il tasso di turnover nell'industria dell'ospitalità è tra i più alti di tutti i settori non agricoli, quindi è un problema che le aziende devono prendere sul serio" ha dichiarato commentato Chen, ricercatore nel settore dell'ospitalità presso il Carson College of Business della WSU. "I risultati sembrano essere coerenti tra i vari settori e tra i dipendenti in prima linea e i dirigenti. Per tutti, indipendentemente dalla posizione o dal settore, la robot-fobia ha un impatto reale".

Pexels
personale strutture ricettive

La carenza di talenti è preoccupante nel settore dell'ospitalità, soprattutto in alberghi e ristoranti: dagli anni della pandemia le strutture ricettive hanno cominciato ad avere grosse difficoltà nel trovare personale e si sono quindi interessate all'industria robotica per colmare le mancanze.

Camerieri robotici, braccia automatizzate ma anche semplici chioschi self-service e sistemi per le ordinazioni al tavolo stanno aiutando le strutture ricettive a gestire gli utenti; di contro, il personale rimasto ha paura di essere sostituito e per questo ha intenzione di cercare posizioni più "sicure" e meno obsolete.

Secondo lo studio dei due ricercatori, più i robot e i sistemi automatici sono bravi nelle loro attività, più il resto del personale si sente minacciato e manifesta la volontà di cambiare luogo di lavoro.

Per contenere il problema, le strutture ricettive dovrebbero focalizzarsi non solo sull'efficienza delle nuove tecnologie, ma soprattutto su come far convivere personale e robot in modo che la loro collaborazione dia vita a nuove opportunità e servizi ancora più efficienti.

In questo senso è essenziale comunicare con la propria forza lavoro per istruirla non solo sui benefici della tecnologia, ma anche sui suoi limiti, enfatizzando il ruolo centrale della componente umana; ciò serve a rendere il personale più cosciente della propria importanza e ridurre la paura di essere sostituito. 

Persone e robot possono collaborare per offrire agli ospiti delle strutture un'esperienza ancora più personalizzata e costruita sulle loro esigenze, massimizzando i ricavi. 

Potrebbe interessarti anche

News

OpenAI vuol creare robot umanoidi più intelligenti

OpenAI ha stretto una collaborazione con Figure per la realizzazione di modelli di IA che alimenteranno i robot umanoidi...

Opinioni

L'impatto dell'IA sulla società tra 10 anni

Prevedere come l'intelligenza artificiale cambierà il mondo del lavoro e la società nel prossimo futuro &e...

Mercato

Un milione di robot sono impiegati nell'automotive

Gli ultimi dati divulgati dalla International Federation of Robotics segnalano il superamento di un nuovo record mondial...

News

Il robot soffice che si cura da solo

I ricercatori della Cornell University hanno sviluppato un materiale per robot soffici che gli permette di ripararsi da...